Sarà Sergio Rubini a chiudere, lunedì 29 luglio, la IV edizione di “Spiritualia. Gli eventi dell’anima” la kermesse estiva, realizzata in collaborazione con il Comune di San Fele (Pz) e Identità Lucana. Tema della manifestazione il coraggio: quanto costa essere coraggiosi e superare tutte le paure per riuscire ad andare oltre ciò che si vede e ciò che si ha. Sergio Rubini, sarà intervistato dalla giornalista Isabella Romano. Con l’attore si parlerà di “Ricordi di un giovane amante della settima arte tra ambizioni e coraggio”. Si viaggerà sull’onda delle emozioni per esplorare il cammino artistico e umano di chi, con coraggio, crede nei propri sogni e gli rimane fedele per poterli realizzare. Rubini nato a Grumo Appula, in provincia di Bari, ha lasciato la sua cittadina d’origine per trasferirsi a Roma e frequentare l’Accademia d’Arte Drammatica Silvio d’Amico a soli diciotto anni. Dopo due anni però, gli si presentò l’occasione di dirigere spettacoli propri, scritti dall’amico e collaboratore Umberto Marino. Dal teatro approdò alla radio, e quindi al cinema in piccoli ruoli in film come Desiderando Giulia, Il caso Moro, Figlio mio infinitamente caro; fino alla grande occasione di interpretare il giovane Federico Fellini nell’autobiografico L’intervista: un incontro, quello con il regista riminese, che si rivelerà decisivo per la sua carriera. Un percorso artistico in cui ha manifestato il coraggio di affrontare tutte quelle paure che ti trattengono dall’esprimerti compiutamente e dall’affermare la tua personalità in modo assoluto, senza maschere e timori. Ha avuto il coraggio di affrontare la paura del fallimento. La paura del rifiuto. La paura di essere umiliati. La paura di restare soli. La paura di non farcela. Chiuderanno la manifestazione i “ Municipale Balcanica”, anche loro di origini pugliesi e che hanno fatto del nomadismo il proprio punto di forza. Una vivace e profonda sintesi tra sonorità world music e quelle più radicali e calde della terra d’origine della band, la Puglia appunto. La formazione è guidata dal percussionista Nico Marziale. Sin dagli inizi, febbraio 2003, il gruppo promuove la diffusione delle culture musicali del Mediterraneo. Nel 2012 dopo aver superato la soglia dei 500 concerti arriva il terzo disco ufficiale “Offbeat”.

You may also like

Comments are closed.